fbpx

RITORNO AL FUTURO

Non perdere l’occasione di avere un’elettrica

 

Ben ritrovati amici di Kego!

Oggi vorremmo affrontare con voi un tema molto caro al genere maschile; l’automotive!

Tante sono le auto presenti sul mercato (e sul nostro sito), ma avete mai sentito parlare di auto elettriche? Per definizione, le auto elettriche sono autovetture a motore elettrico, che utilizzano come fonte di energia primaria l’energia chimica immagazzinata all’interno di una o più batterie ricaricabili, resa disponibile sotto forma di energia elettrica.

Chi pensa sia un’invenzione storicamente recente in realtà si sbaglia, poiché i primi prototipi di auto elettriche risalgono al 1888 nell’officina di un eccentrico Andreas Flocken che diede vita alla Flocken Elektrowagen, documentata come la prima autovettura elettrica mai realizzata.

Forse vi starete chiedendo come mai gli esperti dell’epoca non continuarono su questo filone; la risposta è semplice: ciò che all’epoca non rese le auto elettriche valide competitor rispetto ai veicoli a combustione furono i limiti tecnologici legati all’autonomia delle batterie.

Detto con sincerità, da ambientalisti quali siamo, a primo impatto non mi la riterrei una giustificazione sufficiente, ma è importante ricordare che all’epoca, l’impatto sull’ambiente era relativamente basso, e l’unico “mantra” durante la post rivoluzione industriale era “l’efficienza”.

Tuttavia, nell’ultimo decennio, l’ingegneria automobilistica è ripartita proprio dai limiti riscontrati a fine ‘800, ossia dall’autonomia. Negli ultimi anni infatti l’autonomia delle auto elettriche ha raggiunto quasi i 500 km; numeri a dir poco rivoluzionari che hanno dato l’avvio ad una riconversione dell’industria automobilistica.

Ma quali sono i vantaggi di un’auto elettrica?

Il vantaggio principale della conversione all’elettrico è sicuramente quello ambientale: l’abbatterebbero tonnellate di CO2, responsabile del riscaldamento globale, dettaglio da non sottovalutare visti i cambiamenti repentini del clima riscontrati negli ultimi anni.

Un secondo vantaggio sta nella manutenzione; di fatto, la meccanica di queste auto è decisamente più semplice rispetto a quella delle auto tradizionali. Niente candele, filtri, iniettori da sostituire. Insomma meno componenti e meno liquidi da rabboccare si traducono in un risparmio nei costi di manutenzione.